<bgsound loop='infinite' src='https://soundcloud.com/sergio-balacco/misty'></bgsound>

pagine

Votami - Please rate my blog

classifica

2013/03/18

Occhio alla Truffa !!!



Nota dell'ultima ora: 

Avete presente quella canzone di Lucio Battisti?
Si intitola "Il nostro caro Angelo" inserisco le prime parole per ricordarla ai giovani, i vecchi come me la ricordano di sicuro:
"La fossa del leone
è ancora realtà
uscirne è impossibile per noi
è uno slogan falsità
Il nostro caro angelo
si ciba di radici e poi
lui dorme nei cespugli sotto gli alberi
ma schiavo non sarà mai..."

Ecco, noi schiavi non lo saremo mai, e nemmeno ci faremo sottomettere da chi vorrebbe. Ho ricevuto altre minacce, questa volta con tentativi di phishing e sorpresine varie ma, siccome sono preparato, non ci casco. Ho sporto denuncia all'autorità giudiziaria nella nazione dove vivo in quanto quella italiana magari un occhio sarebbe disposta a chiuderlo.
Voi ricordatevi di Lucio Battisti e della sua canzone (mitica).




In questi tempi di crisi i capitali accumulati dai previdenti risparmiatori italiani sono messi a dura prova da tentativi di attacco di ogni genere. E non mi riferisco solo al vertiginoso dei prezzi a fronte di una crescita degli stipendi ferma ormai da mesi. Il pericolo maggiore a cui sono esposti gli italiani sono le truffe. Truffe organizzate da apparire tuttaltro, così bene da essere in grado di carpire la fiducia delle potenziali vittime e invogliarle a investire denaro in un’attività, oppure acquistare un immobile, oppure subentrare nella gestione di un esercizio pubblico tipo ristorante, bar, affitto moto, auto e altro e non riuscire a capire di essere in mano a millantatori e imbroglioni. Sembra tutto interessante all’inizio poi, quando è troppo tardi ci si accorge della fregatura, di aver perso denaro a causa della propria ingenuità, per esserci fidati di altre persone capaci di costringerci con l’inganno a pagare per un pugno di mosche.

Siamo in crisi, tecnicamente falliti, tenuti in vita solo perchè un tracollo dichiarato dell’Italia trascinerebbe nel baratro gli altri Paesi europei, Germania in testa. Ormai lo sanno anche i muri, molti italiani guardano con interesse a soluzioni alternative, spesso si prende in considerazione un trasferimento nella nazione vicina, oppure, chi dispone di un gruzzoletto consistente guarda un po’ più in là. Le isole spagnole per esempio, soprattutto Baleari e Canarie ma non solo. Me se le prime sono meta di investitori con un discreto capitale, le seconde sono più a portata di mano dal punto di vista finanziario, più adatte a uno stile di vita semplice, ottime per chi ha già raggiunto la pensione e vuole vivere in pace e in modo economico gli anni che restano. Ci sono Forums organizzati al solo scopo di convincere gli indecisi che la migliore soluzione è partire lasciandosi alle spalle tutto il marciume italico. Ci sarebbe da aprire una lunga parentesi sull’argomento, ne parlerò prossimamente anche perché l’argomento sta assumendo proporzioni importanti.

Quelli che cadono nel tranello generalmente sono persone anziane o donne sole, magari divorziate o vedove, meglio se con figli, meglio se stressate dalla vita senza un attimo di respiro a cui sono purtroppo costrette in patria. Non pensate che siano i soli, tutti sono esposti, giovani e anziani, ricchi e meno ricchi. La voglia di lasciarci alle spalle una vita dal futuro gramo, sotto alle righe ci porta a dimenticare le regole elementari per non cadere nel tranello. Sono tanti quelli che vi cadono e non denunciano, quasi mai lo fanno, perché ci si vergogna di essere stati ingenui e creduloni, per non esserci accorti dell’inganno per tempo.

Giusta introduzione per una lettera che mi ha inviato Maria (nome di fantasia), la quale manifesta il suo rammarico per una truffa organizzata ai suoi danni dal furbetto di turno, leggiamola insieme:



Ciao, sono Maria, provo a ricostruire la mia brutta storia sebbene non sia facile per me ricordare con esattezza matematica tutti i vari passaggi.

Allora, nella prima quindicina di ottobre mi sono rivolta spontaneamente a un sitoweb con base nelle Isole Canarie nel quale si promette, con parole suadenti, di aiutare chi desidera trasferirsi in quelle isole per investire denaro o aprire attività commerciali. Mi viene inviato prima di accettare l'incarico una mail che ancora conservo. Opto per la ricerca sull'isola principale (Gran Canaria, NdR). Dopo mia dichiarazione scritta via email come da loro richiesto, eseguo bonifico bancario su un conto corrente.

Mi viene chiesto quale sia il mio budget, rispondo 30-40,000€. Dopo pochi giorni la loro prima proposta è un bar in un isola abbastanza frequentata per 30,000€. Prendo qualche giorno per pensarci ma dopo circa una settimana mi telefonano per dirmi che assolutamente la trattativa non si ha da fare perché grazie ad un loro informatore/collaboratore dell'isola principale (il titolare vive in un'altra isola) hanno saputo che il locale rischia il sequestro giudiziario e rischierei di trovarmi con una licenza senza la sede per esercitarla (alla luce di quanto accaduto successivamente credo sia stata una strategia per acquisire maggiore fiducia).

Alcuni giorni dopo propone l'acquisto di un'attività di noleggio quad  al prezzo di 45,000€.

Mi prendo qualche giorno per pensarci. Nel frattempo su internet vedo l'annuncio della vendita di esercizio simile a quello propostomi, anzi praticamente lo stesso ma alla cifra di 28,000€ e da ciò che lui mi ha detto capisco che si tratta della stessa attività. Gli invio il link e chiedo spiegazioni della discrepanza del prezzo. Poco dopo mi chiama e sostenendo di avere parlato con i proprietari mi spiega che 28,000 è il prezzo per richiamare eventuali interessati ma che il vero prezzo è 45,000, 28,000 € sono per la licenza, il resto il valore dei mezzi.

(E già questa sarebbe una truffa, un imbroglio, se fornisco un prezzo senza altra indicazione, il prezzo di vendita deve essere quello e non un altro. Il prezzo dichiarato non si cambia se non con adeguate giustificazioni che vanno documentate e possibilmente anche certificate, meglio se da un professionista, meglio ancora se da un Notaio o la banca a cui ci si appoggia per la transazione. Avrebbe dovuto suonare un campanellino di allarme nella testa di Maria, sappiamo che non è successo, NdR)

Mi rassicura dicendo che avrebbe fatto tutte le verifiche necessarie per accertarsi che la società fosse sana, senza debiti, proficua, con mezzi funzionanti e che i suoi occhi sarebbero stati i miei occhi sottolineando che io l'ho pagato per questo e lo ritiene un suo dovere!! Successivamente mi chiama entusiasta dicendo che è tutto ok e che mi consiglia vivamente di imbattermi nell'impresa.

(questo tipo di ricerche in genere devono essere certificate da un esperto, munito di autorizzazione, meglio se un funzionario pubblico, il notaio, la banca. Non ci si fida del primo venuto ne dell’agente perché parte interessata alla vendita. A volte le nostre naturali difese cadono per colpa della italica refrattarietà alle tasse, o per la paura di dover metter mano al portafogli, oppure per quella di poter perdere il presunto affare, NdR)

Inutile dire che nel frattempo le numerose telefonate intercorse tra noi sono state tutte mirate a far sì che io e mio figlio acquisissimo sempre maggiore fiducia in lui come una sorta di plagio. Più volte ci ha esortati a fare presto perché altre 2 persone erano interessate.

In novembre ci rechiamo nella località prescelta, all'aeroporto ad attenderci il nostro “consulente commerciale”. Ci ha accompagnati al villaggio turistico dove lui stesso aveva prenotato per noi 10gg e a lui abbiamo dato quanto richiesto 480€.

Abbiamo cenato insieme in una pizzeria e durante la cena ci ha rivelato la sua identità ci ha spiegato che nel sito si fa chiamare con altro nome e che anche l'immagine di lui con la famiglia non corrisponde alla realtà per proteggere moglie e figli in quanto sull'isola è scomodo per molte losche persone che vendono beni immobili che in realtà non sono idonei all’abitabilità o sono sotto ipoteca, ecc... (durante tutto il nostro soggiorno riceve in nostra presenza numerose telefonate dalle quali si evince da ciò che lui dice che sta veramente tutelando potenziali investitori) ci spiega di essere risalito al vero motivo della maggiorazione di 17,000€ sul prezzo. A suo dire esiste un “terzo socio” che non compare ufficialmente ma che in qualche modo deve essere liquidato. Ci consiglia di non fare troppi discorsi con i venditori, perché la storia del “terzo socio” è delicata.

Il giorno seguente ci siamo recati con lui e due tizi di un agenzia di intermediazione che doveva rappresentare il terzo socio nel negozio nella città dove si è svolto il compromesso. In tale sede ho pagato in contanti, come da accordi, la somma di 12,000€ (6,000 per i proprietari e 6,000 per l'agenzia , il terzo socio). Tengo a precisare che l'espressione “terzo socio” non è mai stata pronunciata durante la procedura. Nel compromesso era fissato il perfezionamento del contratto di acquisto entro e non oltre il 31/12/12. Vi era altresì scritto che avrei terminato di pagare 11,000€ in contanti per l'agenzia 12,000€ in contanti per i proprietari e 10,000€ con assegno bancario sempre per i proprietari.

Nei giorni seguenti sempre accompagnati dal titolare abbiamo svolto tutte le procedure burocratiche per la residenza, per aprire un conto in banca, ecc... notando fra l'altro dell'enorme stima di cui gode nei vari uffici istituzionali dall'ayuntamiento, alla guestoria, all'asesoria ecc... Si muoveva nei vari uffici con estrema disinvoltura dimostrando di conoscere poliziotti, impiegati comunali o chicchessia.

Infine si è anche premurato di farci acquistare il biglietto aereo per tornare a terminare l'acquisto al più presto perché “sarebbe stato stupido perdere gli incassi delle festività natalizie” fissando la data per il nostro ritorno nelle isole per il giorno 5 dicembre. Il 15 di novembre mi telefona e mi invita ad effettuare due bonifici bancari, uno da 5000€ ed uno da 6000€ con la causale “aiuto economico” al fine di non incidere sui suoi redditi. Con questi soldi avrebbe liquidato il terzo socio perché nell'ufficio dell'asesoria non sarebbe stato conforme questo passaggio di denaro. Io mi sono fidata ed ho eseguito.

Preciso che durante il soggiorno "PA” ci ha fatto conoscere la sua famiglia, ha portato a giocare a tennis mio figlio, si è prodigato per aggiustare il ns pc, appariva una persona generosa, disponibile, brillante, piacevole.

È difficile descrivere il modo in cui si è accaparrato tutta la nostra fiducia.

Il 5 dicembre siamo arrivati, lui ci ha accompagnati all’appartamento dove attualmente alloggiamo. Il giorno 7 all'asesoria abbiamo fatto il “traspaso”. Nel frattempo avevo affidato anche l'incarico di marketing (1,500€). Uno dei vecchi proprietari ci ha affiancati qualche giorno ma non abbiamo potuto verificare le vere condizioni in quanto l'isola era deserta. I commercianti accanto al ns negozio ci hanno riferito che nei giorni che precedono le festività è normale che non vi siano turisti. A questo punto (purtroppo ci siamo svegliati tardi) abbiamo rivolto a FS la fatidica domanda “scusa, ma chi e' il terzo socio?” la risposta a questo punto è evidente... “Non esiste alcun terzo socio”...

Nessuno aveva mai contattato i vecchi proprietari per chiedere giustificazione rispetto all'incongruenza del prezzo tra quello pubblicato su internet sugli annunci “la Repubblica” 28,000€ e di 45,000€ pagati da noi. Immediatamente ho digitato sul motore di ricerca del pc il nome del personaggio ed ho realizzato tutto ciò che è successo. Mio figlio ha chiesto spiegazioni senza dirgli ciò che abbiamo letto su internet. Questi si ritiene offeso per la mancanza di fiducia e nega di avere fatto “la cresta”. Dice però che grazie al suo buon cuore (perchè la sua consulenza sarebbe terminata già da un pezzo) ci aiuterà a rivendere l'attività (svendere sarebbe la parola giusta!)

Ho perso in 20 gg circa 5,000€ di incasso perché non possiamo soddisfare le richieste. Dal 10 gennaio ci sarà nuovamente il calo stagionale fino ad aprile.

Aggiungo solo una considerazione personale. Mi vergogno tantissimo per come sono stata ingenua e credulona. A 48 anni...mi chiedo come ho fatto!!!!!!!

Cordiali saluti

La lettera di Maria è emblematica. Maria ha creduto all’imbroglione, al truffatore fra l'altro recidivo come abbiamo potuto verificare sul web, perchè la voglia di lasciarsi tutto alle spalle era troppo forte, non ha nemmeno per un momento considerato le sane regole che vanno sempre applicate, non dico in una amena località vacanzifera ma nella madre patria. Le transazioni non vanno mai, dico M-A-I effettuate senza che un Notaio possa mettere il giusto sigillo, certificare una legalità. Non si versano quattrini a sconosciuti senza aver almeno verificato l’attendibilità delle persone, della società/agenzia e di quello che cerca di venderci un bene che a lui sembra interessante ma che realmente non è. Ci si rivolge a una banca se non si vogliono spendere quattrini con un agente, vanno verificati i contratti, finanche i compromessi. In un compromesso non si versa tutto, anzi per dirla breve non si versa nulla, al massimo una caparra, un piccolo anticipo che serve per bloccare l'affare suscettibile di verifiche successive. Se il venditore ha fretta meglio lasciar correre, in questi casi c'è una situazione anomala, per dirla breve puzza! 

Non fidatevi, se non si fa "quell'affare" ne troverete un altro certamente, non abbiate fretta di chiudere, la fretta nasconde spesso la fregatura, la truffa, l'inganno e come dicono a Roma la "sola".

Noi siamo italiani, e qui purtroppo va aggiunto che spesso ci comportiamo all’estero così come a casa nostra. Quindi si evita il notaio perchè costa, non ci si rivolge alla banca perchè altrimenti scoprono che ho portato fuori dall’Italia illegalmente i fondi... e via discorrendo. E i truffatori dall’altra parte lo sanno, sanno che ben difficilmente farete dei controlli, sanno che vi fiderete ciecamente del primo venuto perchè penserete, a torto, che solo in Italia ci sono i disonesti, magari non vi viene in mente che quella persona gentilissima che si fa in quattro per voi, che caso è pure italiana, cercherà di fregarvi alla grande tanto lo sa benissimo che voi, ingenui e creduloni, non vi rivolgerete a nessuno per verificare che tutto sia a posto, che non ci sia la fregatura dietro, ben nascosta eppure perfida e tagliente come una lama di rasoio o i denti affilati e mortali di un serpente.

Il rapporto che lega l’attuale crisi economica a situazioni di minaccia per i tanti risparmiatori ignari, vede uno sfruttamento della situazione di difficoltà economica che molte persone purtroppo vivono proprio al fine di truffare coloro che si apprestano a svolgere determinate transazioni economiche.

Dietro molte occasioni interessanti, uniche, attraenti ma fraudolente possono nascondersi società fittizie, istituti finanziari fasulli o agenzie di consulenza illegali. Ma anche pregiudicati, gente fuggita dall'Italia e magari ricercata, pentiti di qualche mafia, nel nostro Paese si trova di tutto, anche disperati fuggiti con i risparmi degli altri, di clienti ignari della fine che hanno fatto i loro beneamati e sudati risparmi. Spesso queste persone o agenzie svolgono una doppia attività, la prima sicuramente legale per crearsi un’immagine, per farsi conoscere. È questo il caso dell'evanescente personaggio nella lettera di Maria, che mostra all’ignara cliente da truffare le sue “conoscenze” nelle istituzioni pubbliche.  Questo è purtroppo un classico, lo attuano per carpire la fiducia, per eliminare gli ultimi dubbi, per portarci a pensare “Lo conoscono tutti, lo rispettano quindi posso fidarmi”. 
E chissà mai se dopo lo show non sia ripassato per 'pagare' chi ha sostenuto il gioco, purtroppo succede anche questo.

L’attività di questi operatori illeciti si tramuta nelle proposte che risultano essere bassi tranelli a cui troppo spesso gli italiani cadono del tutto inconsapevoli. In questi casi meglio confidarsi sempre con una persona di fiducia prima di impegnare somme di denaro e in ogni caso invitare sempre la persona che propone l'affare a fornire una copia del contratto in visione (prima di firmare) da restituire successivamente per l'eventuale conclusione dello stesso. Sospettare sempre di chi mette fretta.

Diffidate di chi scrive articoli apparentemente innocenti. Di volta in volta non si tratta di uno che si è trasferito all’estero ma sempre della stessa persona che si finge benefattore e frega gli ignavi, coloro che abboccanno all'amo e si affidano a lui, come la nostra amica Maria sopra.

Diffidate di chi non si espone personalmente, la scusa che ha inventato il furbone con Maria non esiste, la maggior parte degli italiani all'estero lavora usando il proprio nome e faccia, non è necessario mostrare la famiglia per trasmettere credibilità, il nome invece significa tutto, mettersi sullo stesso piano con il cliente, altrimenti sembra che si voglia nascondere qualcosa, un episodio da cui fuggire e potrebbero essere tanti, a partire da una multa non pagata fino a una denuncia magari un ladro internazionale, un pentito riparato all'estero, un individuo che fugge da una realtà per lui stretta. 
Diffidate, diffidate e diffidate. 

Diffidate, diffidate perché i benefattori ormai sono diventati rari come i diamanti.
Sappiate che questi furbi possono essere denunciati, non occorre che teniate per voi tutto, sappiate che li potete portare in giudizio e recuperare quanto vi è stato estorto con l'inganno, le Isole Canarie, in questo caso, fanno parte dell'Europa, è una garanzia.

E non pensiate siano casi isolati, l’incremento degli ultimi due anni sembra esponenziale: i casi di truffa ai danni dei cittadini ingenui, a volte disperati, meglio se disperati o con forti motivazioni per cambiare vita, si moltiplicano. Non sono tutti come il nostro caro "angelo" sia chiaro, la maggior parte degli italiani all'estero lavora duro e onestamente ma, lo sappiamo, quando si trova una mela marcia si tende a far di tutte le erbe un mazzo.

Svegliatevi italiani, svegliatevi. Occhio alle truffe, prima di sganciare i soldi accertatevi che sia tutto regolare, accertatevi chi sta vendendo, chi incassa, e mollate i quattrini solo davanti a un Notaio! Capisco che siete così disperati, ma succede sempre così, quando vedete facili guadagni riuscite a cadere in trappole di ogni genere.
In un'epoca di crisi, difficoltà e situazioni anomale, bisogna sempre affidarsi a professionisti esperti.

Il fai da te non s’ha da fare, chiaro!!!

29 commenti:

  1. uuuuufff! grazie è importante sapere le sperienze degli altri, ci arrichiscono!

    RispondiElimina
  2. wauuuuuu! ufff! grazie per condivide, è importante sapere queste cose!!

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Personalmente delle sue minacce mi ci pulisco... ma siccome c'e' di mezzo un'altra persona che lei ha gia' minacciato adeguatamente, il che la pone esattamente nella posizione di quello che ammette indirettamente le accuse che gli vengono mosse, mi limitero' a omettere i nomi, del resto sappiamo benissimo entrambi che quello che lei fa di disonesto non l'ha scoperto solo "Maria" (nome di fantasia), ho letto molto al proposito a proposito suo sul web.
    Si riguardi e se vuole venire a trovarmi si prepari, sto un po' lontano!

    RispondiElimina
  5. Io al contrario suo sul mio sito inserisco la mia faccia, non quella di una finta famiglia presa sul web, da qui si capisce quanta onesta' c'e' in lei.
    Si vergogni!

    RispondiElimina
  6. La coerenza non e' di casa dal signor PierAngelo visto che ha pensato bene di far sparire il suo commento. Malgrado tutto, esso e' conservato nel mio database.
    A tempo e luogo vedremo come utilizzarlo. Non potra' certamente far sparire tutti i messaggi che lo denigrano no? Sul web ce ne sono tantissimi, prima o poi il bubbone risaltera' fuori.
    Recuerdos!

    RispondiElimina
  7. Adesso lei provveda a rimborsare chi sa lei bene, entro diciamo la fine del mese.
    Se questo non dovesse succedere pensi alle conseguenze...
    Forse sarebbe meglio cambiare attivita'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi credere? Cosa fare adesso ? Mi sento spiazzato ! Grazie per avermi aperto gli occhi aperti a 360○, ma ma adesso sono più confuso che persuaso.

      Elimina
    2. Daniele, purtroppo la storia raccontata si riferisce a un episodio realmente accaduto, nessuna invenzione. Certo, ho dovuto eliminare riscontri precisi, nomi e cognomi, se mi invii un indirizzo email cerchero' di accontentarti. Ma i truffatori non sono solo li, li incontri ovunque e perdurando la crisi ne troveremo molti di piu', prepariamoci all'offensiva. Sempre all'erta!

      Elimina
    3. Buonasera Sergio, mi spiace dirlo apertamente ma ho fatto fatica a trovare questo articolo, e l'ho trovato solo grazie alla mia diffidenza.
      Avrei bisogno di avere i dettagli che daresti a Daniele, perché ho idea di aver incontrato di persona il furbetto di cui si parla. Ho incontrato famiglia e amici. Sono stata lì in vacanza e sono stata accolta benissimo da tutti..e come ho pensato da quando ho iniziato a documentarmi sulle Canarie: sembra tutto troppo bello per essere vero. Da una parte però è vero quello che dici: non importa quanto sei stanco del tuo paese e della situazione che ti circonda, non puoi regalare i soldi a una persona che ti fa da intermediario senza nulla di scritto o senza una figura importante, non lo farei neanche con un parente. Mi rendo anche conto però che in determinate situazioni sei meno lucido. Se potessi darmi le informazioni di cui parli mi faresti un gran favore, voglio cercare anche io su internet in modo da aprirmi davvero gli occhi. E, sarò sincera, vorrei davvero leggere cos'ha risposto Pier Angelo. Pensare di aver avuto davanti a me questa figura e aver davvero creduto alla sua bontà d'animo mi fa rabbrividire. Così come mi fa rabbrividire la facilità con cui una persona può cedere quando le si presenta un futuro migliore di questo.

      Grazie mille se avrai tempo di rispondere!
      Sara

      Elimina
  8. Sara, ti ringrazio del commento. Ovviamente la storia e' vera ma devo anche tutelare chi me l'ha rivelata. E questo significa proteggere le persone da eventuali ritorsioni. Io stesso sono stato minacciato dalla persona descritta nel mio articolo e da suoi emissari. Non mi nascondo.
    Se vuoi dettagli saro' lieto di inviarteli per email.

    RispondiElimina
  9. La mia email: sergiobalaccoscrittore@gmail.com

    RispondiElimina
  10. Ciao Sergio... casualmente mi sono imbattutto in questo tuo blog... quanto riportato da te , mio malgrado devo confermarlo. Dico mio malgrado perche si tratta di un personaggio italiano, ciò mi rammarica e non fa onore all'Italia. Devo dire che già tempo fa avevo messo in guardia i lettori del mio blog "Vivere a Tenerife" e i membri del mio gruppo fb "ITALIANI NELLE CANARIE"... sono del tuo stesso parere... mai effettuare compra/vendite senza notaio o uffici preposti... sconsiglio vivamente di effettuare acquisti di aziende attività o quant'altro se no si è certi delle regolarità legali la fiducia in questi casi sta a zero... aggiungo ... diffidate di chi vi propone pacchetti viaggio/lavoro... non esiste.... chi vuol venire nelle Canarie per cercare lavoro, deve fare da se , venire e cercare... non si deve pagare per un lavoro che non esiste
    Grazie per avermi concesso un pò del tuo spazio.
    Buona giornata --- El Canario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te EL CANARIO meno male che esistono ancora italiani che si scandalizzano delle malefatte di compatrioti disonesti.
      Speriamo che la giustizia si ricordi di "PierAngelo" visto che fra loro si conoscono molto bene. Per quanto mi riguarda sono sempre in ascolto, se dovessi trovare qualche altro furbetto non esitero' un momento per denunciare, qui sul mio blog, le malefatte. Mi auguro che gli italiani onesti aprano gli occhi e nel caso son sempre qui per un consiglio.

      Elimina
    2. su questo Pier Angelo se ne son sentite di tutti i colori ed ogni giorno ne esce una nuova...purtroppo è difficile ferma questi "personaggi"; perchè nonostante tutto quel che si dice sulle loro malefatte a quanto pare riescono a fare tutto in maniera più o meno legale, tant'è che continuano indisturbati da anni a fare i loro comodi..cerchiamo di farci più furbi, se volete trasferirvi in un qualsiasi posto ed avete bisogno di suggerimenti esistono gruppi su facebook che operano GRATUITAMENTE per dare consigli, affidatevi a loro, cercate informazioni sui siti istituzionali e soprattutto visitate il posto prima di sborsare un centesimo!!! Volete aprire un'attivitá? affidatevi a professionisti, visitate il posto, cercate voi stessi tramite indagini di mercato...non facciamoci fregare dai connazionali anche all'estero, ce ne siamo andati dall'Italia (o pensiamo di andarcene) anche per non incappare piu in queste fregature!

      Elimina
  11. Ciao Sergio,
    conosco questo personaggio in quanto una cara amica ci è cascata in pieno, pure lei. Quindi io rabbrividisco solo al pensiero di incontrarlo :)
    "Grazie" a questi personaggi la fiducia verso i connazionali viene spazzata via e anche quando c'è "del buono" purtroppo non ci si crede più.
    Grazie Sergio.
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice, chissa', magari la tua amica e' la mia "Maria" protagonista e vittima di questa storia, raggirata da chi credeva la aiutasse. Non siamo tutti disonesti, la gente onesta e' molta di piu' di quello che si possa pensare, ogni tanto c'e' una mela marcia che tuttavia ci rovina tutti.

      Occhi sempre aperti e controllare sempre, in fondo sono i nostri euro che vogliamo sborsare, trattateli come se fossero i vostri figli: con affetto.

      Elimina
  12. Ciao! sono Giavanni, e sono stato contactato da una societa di constructioni del Qatar per andare a lavorare per loro.. pero mi stano chedendo di pagare una tasssa di elaborazione che amonta a 250€..la sooc..si chiama MIDMAC..se collquno losa se e una truffa o pure e vero che cosi funcziona lo prego di rispondere..Grazie mille..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una truffa, moltiplica 250 euro per tutti i disperati che hanno bisogno di un lavoro e capirai quanto e' grande il loro business. Io in Qatar sono andato a lavorare diverse volte, non mi hanno mai chiesto di sganciare un solo euro di tasca mia.
      Mandali a quel paese.

      Vorrei aggiungere che, troppo spesso loro contattano chi cerca lavoro perche' troppo spesso si lasciano nostre tracce ovunque, prima o poi qualcuno che ci contatta lo troviamo. State attenti, esiste anche il furto di identita' ben piu' pericoloso di un mero furto con destrezza di quattrini.

      Elimina
  13. Ciao!! Sono giovanni, e sono stato contactato da una sooc..di constructioni dal Qatar la MIDMAC.per andare a lavorare per loro che pero me stano chedendo da pagare una tassa di elaborazione che amonta a 250€.se colquno losa se cosi funcziona o e una truffa lo prego gentillmente da rispondere..Grazie mille.

    RispondiElimina
  14. caro signor giovanni essendo anche io cascato nella truffa della midmac,pazienza per i 150 euro spediti tramite western union a fieldine akaya,ma avendo spedito anche fotocopie del documento identita ed passaporto acceterei volentieri dritte su come muovermi per evitare guai peggiori,urge risposta sollecita perche' mi ricontatteranno martedi 15 luglio prossimo ringrazio anticipatamente

    RispondiElimina
  15. La prima regola e' che per avere un lavoro non si paga.
    Se chiedono quattrini, cancellate subito le email perche' si tratta di una truffa e se possibile denunciate alla polizia postale il tentativo di scroccheria, di truffa.
    Tranquillo, se le telefonano sara' solo per sapere se ha pagato, dopo non li rivedra' piu' nemmeno in fotografia.
    Auguri!

    RispondiElimina
  16. volevo conferma gentilmente se sono vittima di una truffa ho risposto ad un annuncio per lavorare in qatar per l' azienda midmac come saldatore.
    il referente email paolosalome@hotmail.com,email azienda infomidmacconstructiongroup@yahoo.it ed purtroppo il vostro cassiere a cui ho spedito 150 euro si chiama fieldine akaya,pazienza per i soldi ma ho anche spedito documenti personali online ed un precontratto firmato mi dovrebbero ricontattare martedi 15 luglio.
    occorrerebbe risposta urgente tante grazie e saluti.
    Francesco Materazzetti.ho mandato la stessa mail alla midmac ed all'ambasciata in qatar sto' ancora aspettando risposta

    RispondiElimina
  17. caro sergio la mia email è ranista2@yahoo.it

    RispondiElimina
  18. Felice di aver letto i tuoi commenti a proposito dell'angelo o dovrei dire giocatore di poker e cantante, ci sono passato anche io, ma non mi sono lasciato intimidire dal signore abbastanza coniglio di persona.Ci ha provato denunciando ci per diffamazione quando chiesi spiegazioni su gli indebiti pagamenti e perché si chiamasse Bruce Wayne e si presentava come barman. Io lo ho denunciato per truffa, falsificazione di documenti e cambio di identità.
    Ora attendiamo il giudice.
    Maurizio Deiana.

    RispondiElimina
  19. ti segnalo anche questo, compagno di merende...https://www.facebook.com/profile.php?id=1485318401&fref=ts affitta appartamenti che non esistono, ruba foto di appartamenti da internet spacciandole per sue, propina appartamenti a prezzi stracciati pretendendo 250 € di acconto subito e dicendo poi che non c'è disponibilità e rifilandoti uno sgabuzzino...il sito è http://www.tenerifetuttofare.altervista.org/, il suo nome Angelo Chiocca.

    RispondiElimina
  20. La pagina facebook del "compagno di merende" non e' piu' disponibile o e' stata cancellata. Il sito internet c'e' sempre.
    Occhio alla truffa sempre.
    Nessuno dice che tutti i siti internet siano di truffatori ma sappiate che esistono e sono tanti. La prima regola e' verificare il sito attraverso per esempio http//:www.scamadviser.com una volta dentro cliccate e cercate quando il sito e' stato aperto e quando scade. Se la durata e' un anno ma anche due anni e' quasi certamente una truffa, se e' stato aperto da poco, da non piu' di 6 mesi e sul sito dicono che sono anni che lavorano online diffidate subito, e' una truffa. Se l'email di riferimento e' una di quelle gratuite tipo yahoo.com o gmail.com diffidatene subito, e' una truffa e gia' che ci siete verificate di chi e' il sitoweb, se differente da chi si propone sul sito diffidatene, e' una truffa. Se l'indirizzo reale (uffici) corrisponde a una PO Box una casella postale, diffidate, e' una truffa. Dovete sempre essere in grado di verificare a chi appartengono i siti internet per non trovarvi a dover trattare con ignoti. A maggior ragione se il sito internet e' stato realizzato attraverso un'organizzazione che mette gratuitamente a disposizione lo spazio web diffidate, e' una truffa. Con questo sistema bypassano il controllo della durata anche se loro hanno il sito da due giorni, al controllo l'eta' del sito risultera' alta perche' si tiene conto dell' eta' del sitoweb che fornisce le pagine web gratuite. Infine controllate su diversi WHOIS chi e' il proprietario del sito, a volte al sito cambiano il nome del proprietario anche se tutto apparentemente resta com'e'. In effetti cosi' evitano di essere tracciati, certi siti seguono la vita del sitoweb e appuntano ogni variazione nel corso della sua vita. In questo modo si scoprono le truffe.

    Diffidate, diffidate sempre, nessuno da niente per niente, anche il Papa si fa pagare per i suoi servigi (con le preghiere, con le opere di carita', con le offerte, con le donazioni).
    Sappiatelo!

    Buona giornata dall'Australia.

    RispondiElimina
  21. Siccome vorrei rivolgermi a un agenzia alle Canarie per essere seguita sulle pratiche di trasferimento ecc... vorrei sapere questo Pierangelo , chi è ? per quale agenzia lavora? visto che non ne parlate bene , non vorrei avere a che fare proprio con lui..
    A proposito, qualcuno ha qualche contatto serio, che può aiutarmi in queste pratiche burocratiche di trasferimento ?
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi scriva una email e glielo dico in privato.
      sergiobalaccoscrittore@gmail.com

      Elimina

Nel blog non sono ammessi commenti anonimi, quindi per commentare è necessario utilizzare un profilo Blogger oppure OpenID. La piattaforma Blogger permette agli autori dei commenti di cancellare i propri messaggi ma non di modificare il contenuto. Come regola generale è obbligatoria l'educazione sia verso l'amministratore del blog che verso gli altri utenti.

I messaggi possono essere cancellati a insindacabile decisione del blogger, se offensivi, allusivi e/o non attinenti al topic. Nei casi più gravi il ban definitivo dal blog dell'autore del commento incriminato.

Non rispondo a chi mi invia una email senza apporre il proprio nome e cognome. Prendete nota. Buona lettura e grazie della visita.

Please note: comments containing links to other sites will not be published.
Attenzione: i commenti che contengono links a altri siti non verranno pubblicati.

Leave your comment.
Lascia un commento